Endurance Romano Canavese: terra di soddisfazioni


E’ proprio vero: “Non conta quante volte cadi, conta quante volte ti rialzi“. Questa, in breve, è la sintesi della gara di domenica scorsa a Romano Canavese (TO): una delle manifestazioni più belle, benché priva di qualsiasi velleità agonistica, nel panorama delle manifestazioni Quad italiane. Un’ora e mezza di gara, più contro se stessi

Un tratto enduristico del percorso di Romano Canavese.

Un tratto enduristico del percorso di Romano Canavese.

che contro gli altri, senza mai scendere dal proprio mezzo, senza rifornimento, senza sosta; il tutto su un percorso, quello di Romano, reso ancora più impegnativo per via delle abbondanti piogge dei giorni precedenti. Con la supervisione – garanzia di successo – di Marco Magnetti e della squadra MotoASI.

Come spesso accade, non è tanto il secondo posto finale a far felice il nostro pilota e fondatore del team, Andrea De Beni, come lui stesso ci racconta: “Ho corso bene, direi che è la gara in cui mi sono sentito meglio. Dopo 15 minuti ho commesso un grave errore: sono andato troppo all’esterno su una sponda e ho dato il giro, senza fare danni né a me né al mezzo. Pensavo che la cosa avrebbe condizionato la mia prestazione, invece sono ripartito con ancora più testa e giro dopo giro ho riconquistato la confidenza perduta per un attimo“. Una caduta, quella di Andrea, prontamente assistita dal personale di gara – primo tra tutti proprio Marco Magnetti – che ha avuto il compito di far concentrare ancora di più il nostro pilota sull’obiettivo finale della gara: chiuderla, senza danni e possibilmente nella migliore posizione possibile. “E’ un errore grave – ha dichiarato ancora Andrea a fine gara – che in altre competizioni mi avrebbe magari impedito di

Il sorriso a fine gara, la dice lunga sulla soddisfazione del pilota. Bravo Andrea!

Il sorriso a fine gara, la dice lunga sulla soddisfazione del pilota. Bravo Andrea!

finire la giornata: devo essere più attento e non farmi prendere dalla foga di distanziare chi mi insegue a tutti i costi, a maggior ragione in una gara così, in cui so di avere un passo costante per tutta l’ora e mezza“.

Insomma, c’è sempre da imparare. Anche quando poi, come in questo caso, si chiude comunque secondi di giornata dietro un Mattia Ioli del team NELSON RACING dominante, che ha imperversato e guidato dall’inizio alla fine una gara decisamente “no-contest” almeno per noi, dal punto di vista della vittoria finale.

Il merito del risultato va condiviso con tutti quelli che hanno contribuito alla sua riuscita: dal team NELSON che mi ha accolto e aiutato nel pre e post-gara, dal Tecno 4 Quad Team che ha preparato il mio Honda TRX 450 perfettamente, fino ai miei sponsor tecnici, che ringrazio per il consueto contributo, fatto non solo di pacche sulle spalle ma anche e soprattutto di materiale che in gara fa veramente la differenza: mi riferisco ad Airoh, per i caschi, e a Dalla Valle per la sella“.

I volti, stanchi ma soddisfatti, dei protagonisti a fine gara: il vero volto delle gare quad!

I volti, stanchi ma soddisfatti, dei protagonisti a fine gara: il vero volto delle gare quad!

Ora lo sguarda vola dritto verso la prossima sfida: l’Enduropale du Touquet, a febbraio, evento a cui ci stiamo preparando da mesi con attenzione quasi maniacale: “A breve prepareremo un comunicato stampa di presentazione: Romano Canavese è stato un modo per allenarci su un terreno diverso dalla sabbia, che è quello che stiamo facendo da tanto tempo. Abbiamo anche voluto portare in gara alcune soluzioni tecniche – come ad esempio l’abbigliamento termico – per simulare le condizioni di gara che troveremo in Francia, per evitare di provare alcuni accorgimenti lì, per la prima volta“.

Credits foto: Anna Bolley – AB Photo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...